“A me, nell’arte, interessa soprattutto far dimenticare la materia”.

 Se non avessimo nella nostra mente una limpida immagine delle sculture di Medardo Rosso (Torino, 1859 – Milano, 1928), le parole da lui pronunciate, da sole, basterebbero a formarci un’idea del suo lavoro e della sua ricerca.